Corso di Giornalismo online

Didattica

Il corso di “Giornalismo on line”, in ragione della sua storia ormai decennale, viene elaborato tenendo conto delle specifiche esigenze proprie della professione giornalistica, con particolare attenzione alle dinamiche legate ai nuovi media, ma si struttura anche a partire dagli elementi basilari della scrittura, giacché l'esperienza dimostra che le competenze fondamentali sulla lingua italiana non sono affatto di dominio comune, anche in contesti come quello universitario, dove tali competenze e conoscenze dovrebbero essere un prerequisito.

La prima parte del corso sarà dunque dedicata al recupero di tali elementi, partendo dalle minime osservazioni ortografico-grammaticali per arrivare alle più complesse questioni della struttura del periodo – osservate già in funzione del loro utilizzo in un contesto di scrittura di tipo giornalistico.

Particolare attenzione sarà dedicata alla conoscenza dei sinonimi e alle sfumature lessicali-etimologiche della nostra lingua, sarà inoltre organizzato un modulo riguardante aspetti basilari dell'economia e delle scienze.

In relazione a tale parte propedeutica, saranno svolte varie esercitazioni, volte a verificare la capacità di applicazione, in ambiti di testualità concreta, dei suddetti principi linguistici fondanti.

In una seconda fase, che prenderà avvio tanto più presto quanto più il gruppo discente dimostrerà sicurezza e proprietà negli usi fondamentali della lingua, si passerà all'esemplificazione della scrittura giornalistica nei diversi settori, come la cronaca, la cultura, la politica, lo sport, ecc., e si chiederà la stesura di articoli relativi ad eventi di rilievo nel panorama informativo attuale. In caso di manifestazioni e convegni di carattere artistico-storico-socioculturale, i singoli studenti dovranno presenziarvi e ove possibile intervistarne i protagonisti, per ricavare dei servizi giornalistici predefiniti: pezzi standard o reportage con relativa fotogallery.

In alcuni casi l'intero gruppo discente sarà chiamato a partecipare a importanti eventi di interesse comune, e l'esercitazione giornalistica sarà dunque unificata – consentendo un ulteriore elemento di confronto e valutazione: articoli sul medesimo argomento con differente taglio e ampiezza potranno così offrire diversi punti.

Un gruppo di lezioni sarà poi dedicato a particolari aspetti e risvolti del mestiere giornalistico. In particolare verrà approfondito tutto il know -how richiesto dagli “Uffici Stampa” con specifiche esercitazioni connesse a tale attività: è previsto quindi un percorso formativo atto sia a trasmettere la preparazione specifica richiesta dalla figura professionale dell’“Addetto Stampa” che a fornire quella conoscenza psico relazionale altrettanto utile per interfacciare con profitto gli operatori della comunicazione.

A integrazione e conclusione del corso, saranno trattati alcuni aspetti etici concernenti la deontologia professionale e, se richiesto, si offriranno elementi di preparazione all'esame di selezione per il “master in giornalismo” – valido come praticantato per l'iscrizione all'Ordine dei professionisti – quali ad esempio la stesura di articoli sul medesimo argomento ma di differente taglio e ampiezza, ovvero con diversi punti di vista.

Qualora i corsisti dimostrassero spiccate doti di attitudine ed applicazione nell’apprendimento, potranno essere infine analizzati e trasmessi gli elementi tecnici necessari ad operare in ambiente internet multimediale per la gestione autonoma degli articoli, degni di pubblicazione, sulle testate on line di riferimento: ilvideogiornale.it con relativo aggiornamento della pagina facebook e puntodivista curato dalla Fondazione “Carlo Donat-Cattin”.

Indietro

 

 

Per informazioni: Tel. 011 547 145 - email: info@fondazionedonatcattin.it

Fondazione Donat-Cattin - C.F. 97543620013 - webmaster: Alessandro Serena - Privacy policy